Blu2006


Vai ai contenuti

Menu principale:


A proposito di Tuffi

Nel nostro sport, per poter identificare un tuffo si è adottata una codifica internazionale formata da una serie di tre o quattro numeri seguiti da una singola lettera, in tal modo con un semplice codice viene inequivocabilmente identificato il tipo di tuffo da eseguire.

Per capire meglio, di seguito riportiamo la parte relativa all'argomento estratta dal regolamento
FINA (Federation Internazionale de Natation Amateur)

Il primo numero indica il gruppo al quale appartiene il tuffo:
1 = Avanti
2 = Indietro
3 = Rovesciato
4 = Ritornato
5 = Avvitamento
6 = Verticale

Nei gruppi Avanti, Indietro, Rovesciato e Ritornato un uno (1) come secondo
numero indica che il tuffo contiene un’azione di volo. Senza il “volo” il secondo
numero deve essere (0).

Il terzo numero indica il numero dei mezzi salti mortali da eseguire: 1 = 1/2 salto
mortale, 3 = 1e 1/2 salto mortale, ecc.

Nei tuffi dalla verticale il secondo numero indica il gruppo o la direzione alla
quale il tuffo appartiene:
1 = Avanti
2 = Indietro
3 = Rovesciato

Nel gruppo degli avvitamenti (quei tuffi che iniziano con il numero 5), il secondo
numero indica il gruppo o la direzione della partenza come descritto sopra.

Nei gruppi degli avvitamenti e delle verticali, il quarto numero indica il numero
dei mezzi avvitamenti che sono da eseguire.

La lettera alla fine del numero del tuffo indica la posizione nella quale il tuffo
deve essere eseguito:
A = teso
B = carpiato
C = raggruppato
D = libero

La posizione “libero” indica qualsiasi combinazione delle altre posizioni ed è
usata solamente nei tuffi con avvitamento.

Se vuoi vedere esempi di tuffi codificati vai nella sezione videoclip


Torna ai contenuti | Torna al menu